Fermiamo l’omotransfobia e la misoginia in Italia

Donne e persone LGBTI+ devono essere protette da discriminazioni e violenze. Non si può più rinviare, serve una legge efficace ora!

Violenze e discriminazioni verso le persone LGBTI+ e le donne sono una realtà nel nostro Paese. 

L’ultima ricerca dell’Agenzia Europea dei Diritti Fondamentali sulle persone LGBTI+ in Italia evidenzia che il 62% evita di prendere per mano la persona amata e il 30% non frequenta alcuni luoghi per paura di subire aggressioni. Il 23% dichiara di aver subito discriminazioni sul lavoro, il 32% di aver subito almeno un episodio di molestia nell’ultimo anno e l’8% un episodio di aggressione fisica negli ultimi 5 anni. Solo 1 persona su 6 ha denunciato questi episodi.

Dopo tanti fallimenti nell’approvare leggi su questi temi è ora che l’Italia faccia la sua parte nel contrasto a discriminazioni e violenze fondate su sesso, genere, orientamento sessuale e identità di genere.

Non si può più aspettare, Parlamento e Governo devono fare presto, approvando una legge seria ed efficace. 

Siamo cittadine e cittadini di questo Paese e chiediamo una cosa semplice: poter vivere e amare liberi dalla paura.

Questa campagna è promossa da Agedo, Ali d'aquila - persone cristiane LGBT, All Out, Arcigay, Arci, Cammini di Speranza, associazione nazionale persone LGBT+ cristiane, Differenza Lesbica Roma, Diversity, EDGE – Excellence and Diversity by GLBT Executives, Famiglie Arcobaleno, Gay Center, Giosef Italy, neg.zone, Polis Aperta, Progetto Giovani Cristiani LGBT, Ra.Ne, Rete Genitori Rainbow, Rete Studenti Medi, Salento Pride, 6000 Sardine, UAAR - Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti e UDU - Unione degli Universitari.

0persone hanno firmato
Obiettivo: 20.000

A: Parlamento Italiano e Presidente del Consiglio dei Ministri:

Il Parlamento è impegnato nella discussione di una proposta di legge contro l’omotransfobia e la misoginia. 

È arrivato il momento che l’Italia segua l’esempio degli altri Paesi europei. È ora di fermare l’odio. Non si può più girare la testa dall’altra parte, da troppi anni attendiamo una legge seria ed efficace che finalmente cominci a contrastare il fenomeno, tutelando le vittime di discriminazione e violenza con risorse adeguate e politiche concrete.

Vi chiediamo di approvare subito una buona legge senza compromessi al ribasso.


0persone hanno firmato
Obiettivo: 20.000